Condividi questo contenuto e aiutaci a diffonderlo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La sicurezza dei minori durante la loro esperienza con Internet e con le moderne tecnologie digitali è fondamentale. Molte sono le insidie e diversi i pericoli cui la nuova generazione dei cosiddetti “Nativi Digitali” è inevitabilmente esposta fin dalla nascita. L’associazione Rete Progetti ha preso a cuore il problema della sicurezza online dei minori e ha avviato un programma di sensibilizzazione ed educazione su questi temi con due docenti esperti in materia di informatica, tecnologie e sicurezza delle informazioni.

Il programma prevede l’organizzazione di diverse tipologie di eventi:

  • Eventi di sensibilizzazione aperti al pubblico, indirizzati in particolare ad un pubblico adulto, in cui vengono trattati argomenti particolarmente sensibili, non alla portata dei più giovani, come il sexting, l’autolesionismo, la pericolosità dei messaggi veicolati da giochi violenti e contenuti estremamente dannosi.
  • Eventi dedicati ai genitori, in cui vengono trattati temi pratici come i giusti concetti da trasferire ai propri figli per renderli meno attaccabili dalle numerose insidie della rete Internet, del Web, dei social e delle moderne tecnologie digitali mobili iperconnesse.
  • Eventi dedicati ai minori, come incontri di sensibilizzazione e laboratori specializzati negli istituti scolastici per lavorare insieme sui principali concetti chiave della sicurezza online.

Il programma riguarda la generazione dei nativi digitali, ovvero i ragazzi nati negli anni di piena esplosione dell’era digitale (dalla fine degli anni ’90 ad oggi), e l’uso che essi fanno delle moderne tecnologie, i rischi che incontrano online e le contromisure di sicurezza che devono adottare per poter vivere le proprie esperienze digitali in sicurezza. Il programma copre temi come il fenomeno crescente del cyberbullismo, la cyber pedofilia, l’adescamento online (grooming), pratiche pericolose come il room tour e il videoblog, il sexting, l’autolesionismo, la violazione del copyright, i contenuti inadeguati e dannosi, la dipendenza da Internet (IAD), la salvaguardia della propria immagine digitale, le intrusioni e le fughe di informazioni personali.

Più che sugli aspetti tecnologici, l’attenzione è indirizzata sui giusti comportamenti da adottare e sui più importanti concetti da far assimilare a bambini e ragazzi sul corretto uso delle moderne tecnologie. Dal punto di vista pratico, si pone l’attenzione sull’uso della messaggistica istantanea (Whatsapp, Facebook Messenger, ecc.), i rischi connessi all’uso di giochi online e videogiochi, l’uso dei social network e le misure di controllo parentale. Un focus particolare è posto sul ruolo degli insegnanti e dei genitori, chiamati a colmare il divario tecnologico con i propri alunni e figli, per non restare tagliati fuori.

Nell’ambito del programma di sicurezza online per i minori, sono già stati realizzati diversi eventi delle tre tipologie sopra illustrate: i singoli eventi sono elencati qui.

Grazie all’allestimento del progetto “Sicurezza Online per i Minori”, l’associazione Rete Progetti è stata inserita nel Piano dell’Offerta Formativa (P.O.F.) del V Istituto Comprensivo “Donatello” di Padova.

Commenti su Facebook



Altri articoli correlati:

  • Nessun articolo correlato

Condividi questo contenuto e aiutaci a diffonderlo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • Tipologia di progetto Cultura, Sicurezza